Robin Foood è un’associazione no profit che si occupa di sostenere chi, per difficoltà economiche, non riesce ad alimentarsi in maniera corretta nel nostro Paese.
In questo periodo storico è evidente la discrepanza tra quanto cibo viene sprecato e quanto poco, o di scarsa quantità, ne abbia chi si trova in una situazione di indigenza.

Da qui è nato il progetto Robin Foood, per promuovere una distribuzione "intelligente" del cibo: uno scambio paritario tra chi ha di più e chi ha di meno, attraverso momenti di educazione alimentare ed eventi a scopo benefico. L’idea nuova? La distribuzione di pacchi alimentari preparati con particolare riguardo ai fabbisogni nutrizionali di ogni persona, secondo le Linee Guida per una sana alimentazione italiana.

Si tratta di un’attività di volontariato finalizzata a sostenere persone e famiglie che a causa di difficoltà economiche o culturali non riescono a garantirsi e a garantire ai propri cari un'alimentazione sana e varia. L’intenzione principale è riuscire a valorizzare la dieta mediterranea e a insegnarne l'importanza, non solo fornendo materialmente del cibo scelto con intelligenza, ma anche trasmettendo conoscenza e consapevolezza, il tutto con amore e allegria.

Pacchi, opuscoli, incontri: tutte occasioni per imparare ad approcciarsi correttamente al “bene cibo”, pur in una situazione di difficoltà. L’obiettivo è non tanto e non solo donare cibo, ma soprattutto fornire tutti gli alimenti (e di conseguenza tutti i principi nutritivi) necessari alla vita e a un buon stato di salute: un’autentica educazione nel piatto, per trarre da tale esperienza un insegnamento duraturo e permanente.

 

IN PRATICA

Tra i vari progetti in essere in varie realtà italiane, un esempio è rappresentato dalla progettazione e dalla distribuzione di pacchi alimentari grazie alla collaborazione con i supermercati della catena Tigros. I pacchi sono stati predisposti con la supervisione medico/scientifica della dottoressa Carla Lertola, con prodotti che garantiscano il corretto apporto giornaliero di carboidrati (pasta, pane, riso & Co), proteine (carne, pesce, latticini, uova, salumi, legumi), olio, frutta e verdura, per coprire tutti i pasti quotidiani, dalla colazione alla cena.

Negli ultimi mesi questi pacchi sono già stati distribuiti a persone e nuclei familiari in difficoltà sostenuti dalla Ronda della Carità di Milano: attualmente sono 39 le famiglie, italiane e straniere, sostenute da questa iniziativa.

Sempre a Milano, grazie alla raccolta fondi di Robin Foood, oggi Cisom (Corpo italiano di soccorso dei Cavalieri di Malta) sostiene 80-90 homeless con la distribuzione alla domenica sera (quando la maggior parte delle mense sono chiuse) del pacco “da strada” messo a punto da Lertola, basato su panino con tacchino o formaggio, latte o yogurt e frutta fresca.

A Savona, invece, dove continuano a fervere iniziative di raccolta fondi, è attivo il sostegno quotidiano a 6 persone in difficoltà, su segnalazione dei cittadini, del parroco o del Cav (Centro di aiuto alla vita): coinvolti anche quattro commercianti che forniscono ottimi prodotti a prezzi di favore. Attivissime le volontarie di Robin Foood, che accompagnano le persone in difficoltà a fare la spesa.

La nostra Associazione ha interesse a coinvolgere enti, cittadini, altre associazioni per creare progetti che possano sostenere territorialmente persone e famiglie bisognose. L'intento è garantire concretamente, nel piatto, la correttezza alimentare: da questa deriva un migliore stato di salute degli individui e dei nuclei coinvolti, con un ritorno di benessere anche in termini sociali.

L’associazione opera sul territorio nazionale e si rivolge:

  • ai più bisognosi,
  • ai consumatori di tutte le età,
  • a chi ha di più e vuole dare a chi ha bisogno,
  • a tutti coloro che sono interessati a conoscere i principi di una sana alimentazione.

 

Per informazioni: contattaci

 

LE PERSONE

Anima di Robin Foood è Carla Lertola, medico specialista in scienza dell’alimentazione, nota al pubblico attraverso tutti i mezzi di comunicazione (carta stampata, radio, tv, web) come ideatrice del Metodo Carla Lertola, che coniuga i principi di uno stile di vita salutare con l’esperienza nella cura dei suoi pazienti.

A luglio 2015 fonda, insieme a Michaela Scandora, avvocato, e Anna Strazzera, dottore commercialista, l’associazione no profit Robin Foood, il cui scopo è sostenere chi per difficoltà economiche non riesce ad alimentarsi correttamente.

Ecco come riassume il principio ispiratore dell’associazione:

 

« Il cibo è ciò che ci accomuna. È un desiderio, un istinto, ma soprattutto un bisogno. Da quando veniamo al mondo, abbiamo fame. Tutti abbiamo fame. Pensate se fossimo tutti pantere, o cavalli, o cani affamati. E tutti noi avessimo di fronte delle ciotole da condividere. Dovremmo trovare un equilibrio. Non regole imposte, ma semplicemente equilibrio. Così come noi "equilibriamo" la dieta di cui abbiamo bisogno, così possiamo dare e ricevere la giusta dose di cibo. Quella che ci soddisfa e ci sostiene tutti. Da sempre chi ha qualcosa può darlo a un altro. Facciamolo con la cosa più preziosa che abbiamo.

Dare cibo non significa gettare il di più. O privarsi di quanto necessario. O ancora fare un bel gesto per mettersi in mostra. Dare cibo significa anzitutto capire il cibo. Capire e ascoltare il bisogno di chi non ne ha.

Robin Foood è questo. Qualcosa che fa bene a chi riceve, ma anche a chi dà.

Il cibo unisce l'universo che in noi. E ci accomuna all'universo che sta fuori di noi.

Aiuta a capirci. A vivere insieme ».

15/02/2017